primopiano

mascka depliant grafica

illumino di meno_jpg
la CLAC toglie la corrente al laboratorio Artaud
fate girare, grazie…

A sorpresa, e con un colpo di coda perpetrato nel silenzio che avvolge le malefatte dei potentati della fasulla sinistra padovana, in data primo luglio 2014 la CLAC ha compiuto l’ennesimo gesto contro l’associazione culturale laboratorio Artaud, associazione che da tempo denuncia le irregolarità di questa comunità monopolista, e che per questa attitudine è stata evidentemente presa di mira.
Alla vigilia della seconda edizione di un importante festival cinematografico nella zona dell’Ex Macello di Via Cornaro, il presidente di laboratorio Artaud, l’insegnante e regista Alfredo De Venuto, da oltre vent’anni protagonista del teatro di ricerca nella città, in qualità di personaggio evidentemente scomodo, è stato colpito dall’ennesima azione di sabotaggio: la misteriosa interruzione della corrente elettrica, ad opera di mani del tutto estranee all’operatore Enel, che hanno agito, come spesso capita a Padova, forti dell’omertoso silenzio dei più.
A fronte di tale azione, che, guarda caso, coincide con un improvviso cambiamento politico che a Padova ha fatto saltare varie e note poltroncine, invitiamo tutte le libere menti pensanti ad informarsi attraverso questo link esplicativo, con molti dati interessanti circa la “vera storia della CLAC”.
Unitamente a ciò, invitiamo anche a copiare, incollare e a inviare al neo sindaco Bitonci ( sindaco@comune.padova.it) questo breve testo:
Egregio Sindaco Bitonci,
 
Nella zona dell’Ex Macello di Via Cornaro, una non meglio precisata Comunità per le Libere Attività Culturali (CLAC), da immemorabile tempo occupante abusivamente i locali storici del sito, si permette di operare come ente proprietario e subaffittante nei confronti di vari soggetti, intervenendo direttamente nell’assegnazione di spazi, nella fornitura di servizi e nella gestione di utenze e corrente elettrica.
 
In data primo luglio 2014 una nota associazione (laboratorio Artaud, centro di ricerca teatrale) che da tempo denuncia tali malefatte, dopo numerose vessazioni si è vista staccare la corrente senza alcun intervento diretto dell’operatore Enel. Ebbene, nell’ottica della sua dichiarata volontà di “ripulire la città”, il sottoscritto cittadino esprime il desiderio di veder fare chiarezza sulle questioni descritte, nell’intento di stanare quelle forze apparentemente democratiche che da anni, a Padova, coprono spartizioni di risorse, gestione di spazi e controllo del territorio svolti su base clientelare e parassitaria.
 
In fede
Firma



opportunità artistiche per il Centenario della Grande Guerra 1915 – 1918 

Il laboratorio Artaud centro di ricerca teatrale di Padova, realizzerà nei prossimi anni il progetto Grande Guerra – Grandi Guerre, in occasione del Centenario della Grande Guerra del ’15 – ’18. Verranno attivati laboratori di scenografia, costumistica, teatro, casting cinematografico e lettura recitata con musica e canzoni. I laboratori sono aperti a tutti i giovani artisti fino a 35 anni; si ammette in misura percentuale minore anche la partecipazione agli over 35.

I laboratori si svolgeranno a partire da gennaio 2015 e dureranno fino a giugno 2016. Vengono previsti spettacoli finali. La partecipazione è gratuita.

Per il primo step del progetto è necessario inviare la propria adesione entro la data del 7 agosto 2014.

Per informazioni e adesioni specificare nell’oggetto della mail “progetto Grande Guerra“, inviando al seguente indirizzo:

per informazioni:
mail: fred_deve@yahoo.it


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...